Antiche pratiche utilizzate nell'orticoltura moderna

Antiche pratiche utilizzate nell'orticoltura moderna

Antiche pratiche utilizzate nell'orticoltura moderna può rendere il giardinaggio meno un lavoro ingrato e più un'esperienza

I giardinieri hanno molto da ammirare sul giardinaggio contemporaneo, poiché molte delle piante e dei metodi di cura migliori e più utili sono stati utilizzati fin dai tempi antichi. Ci sono molte pratiche che risalgono a secoli fa, dalla piantumazione di erbe e piante all'uso della pietra e della terra per nutrirle e altre specie.

Gli strumenti tradizionali del giardiniere per scavare, piantare e diserbare sono gli stessi usati da più di due millenni. Il giardinaggio si è ampliato notevolmente, ovviamente, per includere cose come la coltura delle piante, la progettazione del paesaggio e le aiuole. Ma le antiche radici del giardinaggio sono ancora lì e non vanno trascurate.

Questo articolo ha lo scopo di aiutarti a utilizzare le tue piantagioni per sviluppare un giardino che ti sembri giusto e ti renda felice.

Si presume spesso che il giardinaggio sia la provincia di persone benestanti, con soldi da spendere. Ma qualsiasi giardiniere può ottenere e godere di splendidi giardini che sono benefici per la salute delle piante, degli animali e dell'uomo. Puoi fare le basi con meno di quanto potresti pensare e avere comunque un giardino eccezionale.

Tutto ciò di cui hai bisogno è iniziare e rimarrai stupito da quello che puoi fare. È vero che il giardinaggio è più un lavoro ingrato se non ti impegni, ma una volta che ne sarai coinvolto, scoprirai che può essere proprio la cosa di cui avevi bisogno per tirarti fuori da un funk.

Gli antichi giardini d'Europa

Gli antichi giardini d'Europa sono noti per i loro stili di impianto formale, che sono generalmente basati su forme geometriche e la giustapposizione di piante con abitudini e colori diversi.

I giardinieri medievali e rinascimentali si preoccupavano di utilizzare una piccola quantità di terra per coltivare di tutto, dalle erbe e gli ortaggi ai fiori recisi, il tutto con l'intenzione di produrre cibo per se stessi e le loro famiglie.

Gli antichi giardinieri del Mediterraneo apprezzavano anche i piccoli giardini, sebbene i loro stili differiscano ampiamente da quelli degli inglesi e dei loro predecessori. In effetti, alcuni dei loro giardini assomigliano alle nostre idee contemporanee su come dovrebbe essere un piccolo giardino.

I primi giardinieri europei facevano uso di rocce e tumuli per sostenere arbusti e piccoli alberi, generalmente coltivati ​​secondo motivi geometrici. Nell'antica Roma gli orti erano disposti in filari diritte, per dare l'aspetto di un antico campo romano.

Nel Mediterraneo, i progettisti di giardini erano più interessati all'utilizzo di una varietà di piante e fiori per creare splendidi display visivi. I romani coltivavano violette e altre piccole piante da fiore in un giardino ornamentale progettato per assomigliare a un vaso, i giardini Tudor inglesi di Enrico VIII includevano fontane, urne in pietra e vasi progettati per assomigliare a elementi naturali.

In Francia, la geometria formale di un giardino è stata influenzata dalla geometria del terreno. La maggior parte dei giardini alla francese erano costruiti sulla pianta di un quadrato o di un rettangolo con una fontana centrale o altro, circondato da una doppia siepe con fiori di diverso colore.

Giardini del Rinascimento (XV secolo)

Il Rinascimento (1400-1600) fu un periodo di grande creatività artistica e intellettuale in Europa. La parola "Rinascimento" (che originariamente derivava dalla parola latina per "rinascita") descriveva la rinascita di un senso dell'umanesimo e della cultura classica greca e romana. Durante il Rinascimento, l'architettura, l'arte e la musica fiorirono nelle corti d'Europa e i filosofi si rivolsero agli antichi per idee su come vivere una vita buona e piena.

L'idea che la bellezza fosse essenziale per la vita quotidiana iniziò ad emergere durante il Rinascimento. I giardini erano visti come parte integrante di questa vita. I giardini erano un'opportunità per sfuggire alle esigenze di una vita quotidiana, che a volte includeva la lotta per la sopravvivenza. Hanno anche aiutato le persone a prendere coscienza del proprio ambiente, in un modo molto diverso dal modo in cui si pensava prima del Rinascimento.

Architettura, giardinaggio e scultura riflettevano tutti questo spirito di scoperta e innovazione. L'architettura è stata influenzata da un certo numero di pensatori interessati alle idee di ordine, simmetria ed equilibrio.

Nell'architettura rinascimentale, le proporzioni erano all'ordine del giorno. Le colonne di un edificio erano divise in gruppi di otto. L'altezza di un edificio era l'altezza di una colonna. La larghezza di un edificio era la metà della larghezza di una colonna. Lo spessore delle pareti di un edificio era un quarto della profondità della colonna che lo sosteneva.

Questa struttura semplice e geometrica era ideale per un edificio progettato per essere in armonia con la natura. Le colonne erano spesso basate su un tema geometrico. L'immagine di una colonna, ad esempio, veniva spesso collocata in cima a un edificio. Le colonne dell'interno imitavano spesso le colonne dell'esterno. Anche le piccole colonne erano poste alla stessa identica distanza l'una dall'altra. Un edificio aveva spesso una caratteristica centrale - una cupola, un camino, archi o torri - che unificava la composizione.

Le torri erano comunemente usate. Erano più belli di un singolo edificio sostenuto da colonne. Hanno aggiunto un senso di grandezza al design generale. All'epoca, l'uso di una torre per contenere un edificio era un modo pratico per nascondere l'intelaiatura antiestetica utilizzata per sostenere l'edificio.

L'architettura rinascimentale, con la sua enfasi sulla proporzione matematica, enfatizzava l'ordine e l'armonia nella natura. I principi di simmetria, proporzione ed equilibrio facevano parte della vita quotidiana nell'Europa rinascimentale. L'uomo del Rinascimento aveva la consapevolezza del proprio posto nel mondo naturale. Poteva vedere la bellezza nei suoi dintorni.

L'architettura del Rinascimento ha creato un nuovo senso di ordine e bellezza. Quando le persone entravano in un edificio, sentivano la presenza di una struttura ben costruita. Molti edifici che sopravvivono oggi sono stati costruiti in questo periodo, tra cui il Duomo di Siena, Santa Maria del Fiore e Santa Maria Novella a Firenze, Italia, così come Santa Maria della Grazie a Milano, Italia. Altri edifici furono costruiti a Venezia e Genova.

Architettura e arte (XIV secolo)

In Italia, alla fine del XIV secolo, iniziò il movimento noto come Rinascimento, chiamato anche revival. Il Rinascimento è stato un movimento umanista che ha enfatizzato la borsa di studio e l'apprendimento. Oltre a conoscere le opere degli antichi romani, gli artisti del Rinascimento hanno creato nuovi dipinti, sculture e meraviglie architettoniche.

L'Italia era stata il centro dell'Impero Romano per più di tre secoli, ma i romani avevano lasciato l'Italia nel IV secolo. Fu solo alla fine del XIV secolo che l'arte e l'architettura degli antichi romani iniziarono a influenzare artisti e architetti in Italia. Il Rinascimento fu un periodo di caos politico e sconvolgimenti religiosi. Durante questo periodo, gran parte dell'opera artistica e architettonica considerata primo Rinascimento è stata effettivamente prodotta dai grandi artisti italiani che hanno lavorato in una varietà di stili e media artistici. Artisti come Masaccio (1384-1426) e Donatello (circa 1386-1466) lavorarono principalmente nella pittura. Donatello, in particolare, era famoso per le sue statue in bronzo, molte delle quali furono fuse nel Duomo fiorentino dove è sepolto. Ha anche lavorato in altri media, tra cui scultura e architettura in bronzo e marmo. L'architettura del Rinascimento italiano rifletteva anche il movimento umanista, poiché lo stile era basato sulla grande architettura dell'antica Roma. Un esempio importante di questa architettura era la Basilica di Santa Maria Maggiore a Roma, costruita nel VII secolo.

L'architettura, con la sua attenzione alla struttura, alla proporzione e all'equilibrio, divenne una delle grandi arti del Rinascimento. Molti architetti italiani costruirono chiese, palazzi e altre strutture. Crearono anche i palazzi, o grandi residenze private, a Venezia,


Guarda il video: Alchimia tessile larte della tappezzeria incontra il tessuto